lunedì 13 dicembre 2010

- The Dagger


Saturday in Cresciano has been a really good day. It was finally warm and sunny and compared to last week when I was dressed like "Santa Claus", it was a real pleasure to climb in t-shirt and take your time to rest without freezing. I knew it was the perfect day to get back on the Dagger. Last session I fell many times hanging upside-down just because I couldn't feel anything under my frozen hands...


Luckily my friend Haroun got back from Belgium and was also there to film the ascent, so you will be able to see the crazy but really effective beta I have found in his upcoming movie Better Than Chocolate. If the goal was to reach last good crimp on the other side... well I just preferred to skip it completely! This is a quite strange and complex roof climb, not the kind of thing I like most, but still an obvious challenge to complete... personally I find Dreamtime now way harder, and it will be the next target for cold winter days in Cresciano.

sabato 27 novembre 2010

- Better Than Chocolate


During last weeks I've been in Switzerland, kindly hosted by Haroun, for the making of his movie "Better Than Chocolate". I had the opportunity to make new friends, climb together, and learn something about filming too. Weather has not always been good but the atmosphere in the house really was, as the belgians that Haroun brought us... ehhehe. So thanks again to everybody was there, if you want to follow the updates of the movie you will find all on the official Blog, for now you can watch just a quick preview here:

martedì 9 novembre 2010

- New Toys


Ecco i nuovi giocattolini rigorosamente manual focus che ho recentemente acquistato per dare un po' di prospettive nuove alle mie foto e riprese video.





Novembre è cominciato sotto la pioggia, devo confessare che è una sensazione strana tornare ad attaccarsi a tutte quelle cose colorate che sporgono dai pannelli delle palestre ma pian piano si torna a farci l'abitudine... almeno finche non tornerà il sole. Allora mettetevi l'anima in pace e guardatevi questo piccolo video scemo girato in palestra provando appunto i nuovi obiettivi: "Raining-Training". Di più per ora non posso fare.

sabato 6 novembre 2010

- Basilicata Bloc Fest 2010


Sabato 30 e domenica 31 ottobre 2010 si è tenuto il primo raduno boulder in Basilicata, nella splendida area di Pietra del Toro, a pochi passi da Potenza. Avevo già visitato il posto durante le vacanze di natale del 2008 e mi ero trovato molto a mio agio sui suoi sassi di arenaria che tanto ricordano per forme e tipo di roccia quelli "casalinghi" di Ceriola e dei Lagoni.

Agronomo non Praticante

Anche se appena tornato da Fontainebleau (1000 km in direzione opposta) non volevo perdere l' occasione di rivedere il posto e arrampicare assieme a Graziano, Michele e gli altri ragazzi di Bari che tanto si sono dati da fare per valorizzare la zona ed organizzare l'evento.

mercoledì 27 ottobre 2010

- Good Morning Bleau


Sono passati sette mesi ormai dall' ultima volta che ho toccato l'arenaria della Foresta e l'attesa stava diventando proprio insostenibile... l'uomo è una macchina che ha bisogno di ricaricare le pile ogni tanto, e io ho bisogno di trovarmi qui in mezzo al bosco e ai suoi tondi sassi...


Non c'è bisogno di provare 8b o 8c, qui non si scala dei gradi, ma si scala dei blocchi, dei veri blocchi. Se alla fine della giornata sei sfinito e hai dato tutte le energie per salire un 7c+, cosa importa? L'obiettivo è raggiunto: hai dato il massimo, ti sei impegnato, hai sofferto e alla fine sei riuscito. Farà meno notizia di un 8b bruttino che hai ripetuto velocemente, ma ti lascierà sicuramente qualcosa in più dentro.


Quindi buon giorno Bleau, dodoci giorni sono veramente poco rispetto ai miei standard, ma quando mi sveglio tutte le mattine il meteo mi fa un così bel regalo che posso stare in giro fino a sera, sfruttare ogni ora di luce per distruggere bene il fisico e ricaricare così la mente. Il tempo che mi rimane qui è ormai finito, farò un racconto più dettagliato al mio ritorno, intanto godetevi qualche piccolo scorcio della foresta in autunno, casomai abbiate intenzione di fare un piccolo viaggio il prossimo ottobre...

domenica 10 ottobre 2010

- Un' estate di plastica


Gare, gare, alla fine sono come una droga. Tutte le volte ti prometti di darci un taglio, tutte le volte ti ritrovi ancora in isolamento con le mani in mano ad aspettare per l'ennesima volta che arrivi il tuo turno. Guardandoti attorno poi ti rendi conto di non essere più il giovane ragazzino emergente, pieno di speranze e aspettative, ma di essere proprio uno dei più vecchi, in cui il tempo e l'esperienza hanno avuto modo di distruggerle completamente...


Così quando vai male ti arrabbi, quando ottieni invece un successo non ci fai quasi caso e comunque non riesce più a ripagarti di tutti i sacrifici e del tempo che hai investito per ottenerlo. E' una questione di bilanci: quando gli aspetti negativi superano abbondantemente quelli positivi è ora di smettere, o almeno di prendersi una buona pausa... 


Il tempo purtroppo passa in fretta e intendo sfruttare quello che ho a disposizione nel modo migliore, quello cioè che mi permetta di vivere esperienze di cui terrò per sempre un buon ricordo e che possibilmente aiuti anche gli altri a vivere una parte dell' immensa passione che provo. Il tempo delle inutili giornate passate a ciondolare per il campo gara è finito. Ora arriva finalmente l' autunno, si torna alla roccia e ai progetti. Per festeggiare mi sono fatto un bel regalo: una Canon 7D, qualche obiettivo nuovo e un flash. Spero in questo modo di potervi fornire immagini e video sempre più belli...
Intanto godetevi questo primo filmato dei Lagoni, la guida nuova è in fase di preparazione ma la meteo di settembre non ha certo facilitato i lavori... speriamo che a novembre sia meglio, io per ora vi saluto e me ne scappo a Fontainebleau. 

mercoledì 21 luglio 2010

- Bleau à Bloc

E' da poco uscito il primo dei tre volumi scritti da Jacky Godoffe per Versante Sud dedicati alla foresta di Fontainebleau, al quale ho avuto il piacere di partecipare con alcune delle mie fotografie raccolte durante i molti anni di frequentazione. Che dire? Ormai è da tempo che quando giro per la foresta non mi porto nemmeno dietro la guida tanto conosco bene il posto, però sfogliando questo bel volume di più di 300 pagine ho finalmente scoperto con chiarezza dove si trovano, o dove passa la linea di alcuni blocchi che mi erano rimasti misteriosi, nonostante le svariate guide consultate. Tutto merito delle fotografie e della descrizione accurata di ogni singolo passaggio, che facilita molto la ricerca all' interno di questo meraviglioso labirinto di blocchi.

Il lavoro di catalogazione fotografica è stato reso possibile grazie ad una selezione dei blocchi più belli e meritevoli dal 6a al 6c, mentre sono presenti tutti i passaggi di livello superiore. Ciò nonostante questo volume comprende solo i settori più vicini alla città di Fontainebleau, che comunque descrive in maniera molto esaustiva. Il tutto è completato da bellissime fotografie e dalle coordinate GPS di alcuni massi di riferimento.


Aspetto con impazienza il secondo volume dove spero di trovare ancora qualche passaggio che mi era sfuggito...

martedì 29 giugno 2010

- Sardegna bloc su Pareti n.75


Finalmente in edicola su Pareti #75 un corposo articolo con il resoconto delle mie esplorazioni dei blocchi di Capo Testa e dell' isola della Maddalena. L'ideale se questa estate assieme a "pinne fucile ed occhiali" non potete rinunciare anche ad un paio di scarpette.
Troverete belle foto, informazioni utili e una piccola mappa con i blocchi    ... Buon bagno !

venerdì 25 giugno 2010

- Ailefroide 2010

Dopo una sfortunata gara ad Ivrea, che ha visto la finale interrotta a metà causa il diluvio universale, avevo proprio bisogno di un po' di montagna e fresco per ricaricare le pile e ritrovare la motivazione... Ailefroide sembra perfetto.


Dopo due giorni di pioggia quasi ininterrotta il cielo si schiarisce un po' e viene l'ora di tornare a provare Virata, un blocco magnifico che tanto mi ha fatto penare in passato, fino al punto di causarmi la rottura del menisco e lo stiramento del legamento collaterale quando l'anno scorso, non riuscendo ad issarmi su quella malefica tacchetta ho pensato bene di far fare tutto il lavoro al tallone e al ginocchio... un sonoro CROCK! e due settimane di riabilitazione...


giovedì 3 giugno 2010

- The Hanging Project



Verso la fine dell' autunno scorso ero riuscito a realizzare tutti i singoli di questo strano spigolo strapiombante ma poi l'inverno e le piogge hanno inesorabilmente riempito d'acqua il ruscello costringendomi ad abbandonare il progetto, almeno fino a primavera ...



... a primavera però la neve si scioglie e il ruscello è ancora pieno d'acqua, rimane poco tempo prima che arrivino caldo e zanzare! Alla fine dopo cinque giorni di battaglia e di cadute all' ultimo movimento ho finalmente scoperto il trucco (ovviamente una tallonata) e sono riuscito ad accoppiare sulla presa finale ... un po' triste, è vero, ma per ora le mie energie e le mie spalle non mi consentono di andare oltre. Il progetto aspetta ancora qualcuno che riesca a salirci in cima, che riesca a domarlo e cavalcarlo. Per chi si accontenta rimane comunque un bell' 8b...

Grazie a Michele, Mauro ed Alberto, per le parate, per le riprese e per la pazienza.



After five days of battle I've managed to match on the good sloper at the end of this strange overhanging cube at Lagoni. It has been a race against upcoming summer, not many days were left before the arrival of heat and an army of mosquitoes...
Now, as you can see, the line is amazing, but matching there is just it. At the moment it's the first 8b bloc of Lagoni, but it will remain THE HANGING PROJECT, till someone doesn't stand triumphant on its top. We will see next autumn !

Thanks to Michele, Mauro and Alberto for spotting, filming, and being patient.

martedì 25 maggio 2010

- Core tour 2010

Caldo, l' estate sta per cominciare, un treno arriva a Bologna centrale alle 13:30 portando con se Cody, i suoi sorridenti capelli ricci e il suo mixer. Poi giu a Firenze: blocchi, festa, Pietro carico di scarpette, un intrico di cavi elettrici e prolunghe, le fave, il pecorino, la damigiana di vino, la cannetta per spillarlo e chi aspira più del necessario, poi risa, boati in sala, chi incita Nalle come se fosse li a pararlo... un aperitivo, Nano che scende le scale, Nano che sale le scale, il forno e i bomboloni, il duomo e Ponte Vecchio... ormai ad occhi chiusi nella notte una zuffa fra piccioni.



Segue Verona, ancora amici, video e la voglia di scalare che torna all' improvviso alle 11 di sera, una piacevole chiacchierata, qualche ora di sonno e si è già di ritorno dai Lagoni con un chilo di gelato per guardare la partita.



A Parma il Leo, un mega telone e la super macchina pulitrice. Con Cody al mixer si fanno i blocchi pazzi: gente che lancia, gente perplessa, gente che infine ci riesce e si diverte. Poi arriva la pizza ma c'era già la birra cecoslovacca, quanto è buona la birra cecoslovacca?? Alla fine rimane Core, applausi di gradimento e un fusto da terminare...



Ok, i miei ricordi sono decisamente confusi, però sono stati davvero quattro giorni intensi: forse un po' stancanti ma davvero divertenti.

Devo ringraziare Cody, Gianni, Irati, Michele, Cristiano, Pietro, Andrea, Leo, i ragazzi del +Gaz, del King e del Pareti, infine tutti voi che siete venuti a vedere. Con la vostra simpatia mi avete aiutato ad affrontare una situazione per me difficile e in cui non vorrei essere coinvolto.
Michele.

mercoledì 5 maggio 2010

- Core

Ieri sera finalmente ho guardato per la prima volta il video Core, di cui avevo partecipato alle riprese assieme a Lucas nel mese di Ottobre in giro tra Sassofortino, i Lagoni e Ceriola. Chuck (il regista) mi ha gentilmente inviato una copia in download, così ho collegato il file video alla tv Hd con impianto Hi-Fi, alzato un po' il volume... e via !

Climbers:
Nalle Hukkataival
Matt Wilder
Fred Nicole
Kilian Fischhuber
Kevin Jorgeson
BJ Tilden
Lucas Preti
Cody Roth
Michele Caminati
and many more...

Places:
South Africa, USA, Finland, Italy, Switzerland ...

File: 88min - 2GB - 1600x800

Ora anche l' HD Download ,
oppure scarica la Soundtrack !


Gia durante le riprese avevo capito che sarebbe stato qualcosa di differente dai soliti ritriti video d'arrampicata, Chuck era sempre attento a catturare dettagli : panorami, scorci, atmosfere, ogni immagine era trattata come una vera e propria fotografia ... in più cercava sempre di girare pezzi al di fuori dell' arrampicata, che fossero in grado di raccontare luoghi e personaggi nella maniera più genuina possibile.

Il risultato è quindi 1h30 di vera passione : potrete vedere non solo gli arrampicatori scalare, ma comprenderete anche cosa li motiva a scalare, e come ognuno viva le sue passioni, i suoi progetti e i suoi fallimenti... il tutto ovviamente contornato da riprese mozzafiato, paesaggi incredibili e una curatissima colonna sonora che esalta al massimo ogni momento del video... poi vedere Nalle che libera "Livin Large" vi assicuro ... non ha prezzo !



Vi aspetto quindi Venerdì 7 al Melloblocco per l' anteprima nazionale, poi stiamo preparando assieme a Cody qualche serata di proiezione in giro per le palestre... a la settimana prossima per tutti i dettagli !

sabato 1 maggio 2010

- www.michelecaminati.com

Non sapevo fare quasi nulla, a malapena controllare un bottone in flash... ...notti e notti al pc a cercare esempi, fare prove, smanettare... finché non guardi l'ora e vedi che sono le 4 o le 6 di mattina ...
Comunque con la stessa cocciutaggine con cui assedio un blocco che non mi viene, sono riuscito alla fine ad ottenere quello che volevo. Non che ora sia diventato un esperto, ma almeno funziona! (almeno mi sembra...)



E' così finalmente online il sito che dovrebbe ospitare questo blog. Anche se non è ancora pronta la sezione principale che raccoglierà le mie fotografie più belle, sono già online tutti i video e gli slideshow dei blocchi... spero riusciate a trovare materiale per tenere viva la vostra passione !



Many many sleepless nights... ages spent on the internet searching for examples that would almost never work ... but after all it's like trying a move that you can't do ... stubborness is the key to victory.
So I'm proud to present you the site that should host this blog. Even if the main section which will contain my picture galleries is not ready jet, you can already watch all the movies and boulder's slideshows ... hope you can find something to keep your passion alive!

lunedì 19 aprile 2010

- Vecchio Leone

Da quando vidi il video "Memento" di Bernd Zangerl per me Brione ha sempre significato una cosa : Vecchio Leone. Questa linea magnifica sale un grande strapiombo con praticamente quattro soli movimenti su prese "discrete" ma che costringono il tuo corpo a  grandi spallate e incredili torsioni.


Le temperature primaverili ormai non aiutano l' aderenza e avendo iniziato a provare il blocco non mi rimaneva molto tempo per portare a termine la missione... fortunatamente pazienza e perseveranza sono mie buone doti e così sono tornato ben quattro giorni nell'arco di due settimane godendo del magnifico posto e aspettando la sera per fare i tentativi migliori.


Sabato ho provato anche a fare una sessione mattutina (da cui proviene il video), ma è stato solo di sera tardi, grazie al sostegno di mio padre e della compagnia dei miei amici che non mi hanno fatto perdere d'animo, che sono riuscito finalmente a venirne a capo.


Così ora posso mostrarvi il video di uno dei più bei boulder della Svizzera, un solido 8b che penso sia un buon termine di paragone per tutti gli altri... se volete venirlo a provare scaldatevi le spalle! Le mie stasera sono ancora a pezzi ...

domenica 11 aprile 2010

- Rêve de Franz ...

“Ci sono uomini che vedono le cose come sono e si chiedono: Perché? Io sogno cose mai esistite e mi chiedo: Perché no?” (G.B. Shaw)

Io uno di questi uomini lo cosonsco: un bel pomeriggio a Brione il nostro amico Franz (Francesco Spadea) disse più o meno... "Uè raga, guardate li ... rovescio, spallatona... tacchettina e sei su... figo!"
Dopo alcune prove realizzai subito la sequenza ma poi caddi inesorabilmente all' uscita che aveva ancora bisogno di una bella pulita e che non era del tutto scontata.

Così ieri in tutta calma, aspettando che il sole calasse dietro il monte, sono tornato a dare una bella spazzolata, e poi nel pomeriggio con l'aiuto di un po' di brezza è nato appunto: Rêve de Franz.

Ora sorge il dilemma: ho aperto un nuovo passaggio o questo era già stato fatto?? Se lo sapete aiutatemi. A me sembra circa sull' 8a, ma penso il grado dipenda molto dalla statura...



“Some people see things as they are and say why? I dream things that never were and say why not?” (G.B. Shaw)

That was what of a friend of mine, Franz, actually saw that day. But we didn't manage to do it and it remained only a dream. So yesterday I came back to accomplish his view and helped by the afternoon shade I (think I) gave birth to Rêve de Franz.

Now the dilemma : is it a first ascent or did somebody climb it already? Please help me to find out... I think the line is a crazy 8a, but the grade depends much on your height... enjoy !

giovedì 8 aprile 2010

- Boogalagga "numero uno".

Tornato a casa da una tre giorni di raduno della nazionale, da cui mi sono parzialmente assentato per far visita agli amici di La Sportiva, non rimaneva molto del ponte di pasqua per organizzare un viaggio lungo, così lunedì decido di aggregarmi all' ormai collaudata squadra di Sheffield (Gabry,Niki e Marco) alla quale si aggiunge il mitico Simo (agli onori della cronaca Simone Raina) per andare a vedere se i sassi di Chironico sono completamente sotto la neve o se si può sfruttare al meglio la frizzante giornata primaverile.


Arrivati al parcheggio troviamo fortunatamente solo una spruzzata di neve che si sta rapidamente sciogliendo, i sassi sono quasi tutti asciutti e la giornata promette molto bene, così ci avviamo tra i sassi canticchiando una canzoncina tanto seria quanto noi e i nostri discorsi... Numero Uno !!!
In effetti la giornata è una di quelle da ricordare: non starò a fare l'elenco dei vari blocchi provati e flashati, siano essi veri o falsi 8a. (per questo c'è un accurata descrizione sul blog di Gabry) Comunque tutte linee imponenti e magnifiche, che non penso mi sarei azzardato a provare come al solito solo, senza un po' d' incitamento e una buona parata.

mercoledì 31 marzo 2010

- British day in Ceriola

Certe volte la meteo è proprio bizzarra... oggi a Ceriola c'era proprio tutto: vento, sole, nuvole e alla fine immancabile pioggerellina... mancavano solo le pecore... sono di nuovo a Sheffield !! Anche la grana della roccia è molto simile, peccato che dopo un inverno di pioggia e neve c'è bisogno di rimettere mano alle spazzole per levare l'immancabile strato di sabbietta e muschio... che rende i piatti di "sensazione" di una sensazione veramente sgradevole. Così dopo due o tre ore di pulizia con la corda, domenica riprendono vita due vecchi progetti: "Youtube" (il cui verdetto di fattibilità è ancora in sospeso) e "Il Toro Meccanico", che questo pomeriggio si concretizza in uno dei più belli 7b+/7c di Ceriola... in barba al vento e alla bufera !

- Teoria Unificata dei Gradi d'Arrampicata: 1) Assiomi e definizioni

La nostra teoria si fonda sui concetti primitivi di “roccia”, “tentativo” e “chiusura” che non verranno da noi definiti inquanto ben radicati nella comunità degli arrampicatori. (Ok d’accordo, è una cazzata, però...)

Il nostro obbiettivo principale è quello di costruire una “funzione grado” che ci dirà esattamente il grado di qualsiasi problema d’arrampicata in qualsiasi istante di tempo considerato perché non riusciamo assolutamente a dormire sonni tranquilli altrimenti.

Useremo le comuni notazioni N,Q,R, per gli insiemi di numeri naturali, razionali e reali rispettivamente.

Sia l’insieme di tutte le rocce, e tϵR la coordinata “temporale”.

Per ogni xϵ, tϵR, denoteremo con A(x,t) l’insieme dei tentativi su x fino al tempo t, e con S(x,t) l’insieme delle chiusure di x fino al tempo t.
  • Assioma 1) è finito. (ci piacerebbe che non fosse così...)
  • Assioma 2) ogni “chiusura” è anche un “tentativo”. (allora S(x,t)⊆A(x,t) per ogni tϵR, xϵ)
  • Assioma 3) A(x,t) è finito per ogni xϵ, tϵR. (allora così è pure S(x,t))

martedì 30 marzo 2010

- Febbraio - Marzo 2010... Font & Sheffield

Tornato a casa dopo un mese e mezzo di vagabondaggio i ricordi cominciano ormai ad accavallarsi e confondersi nella memoria, tutto quello che posso dire è che è stato un mese sicuramente pieno e movimentato, iniziato con freddo, neve e incidenti stradali e finito con sole, vento e ovviamente tanta roccia sotto le mani, si tratti di gres o gritstone ...


Inanzitutto devo fare i saluti ad Anita, Antoine, Claude e allo staff dell' Antrebloc, poi un ringraziamento speciale a Camille e Nico, per la loro ospitalità, e la gioia che sanno sempre trasmettere.

Merci, a la prochaine !!


Per quanto riguarda i blocchi le fredde giornate di vento mi hanno finalmente concesso di salire "God save my finger" (8a\+) e finalmente il mitico DUEL (8a), che con quattro anni di tentativi è stata una delle più grandi battaglie che ho intrapreso... Avete presente tutte le ore che ho passato li sotto ?? Ormai alla base c'è la buca come sul divano di Homer Simpson.

Una menzione speciale merita poi "Elephunk" (8b), uno di quei blocchi che mi fa ricordare il perchè vengo sempre qui a Bleau... ci sarebbe poi un altro blocco bellissimo, che volevo assolutamente salire, ma come al solito sarò costretto a tornare su ancora una volta. (Il che devo dire non mi dispiace affatto)



Tornato da a casa dopo 3 ore di scalata a Cuvier e 10 ore di viaggio, ho giusto il tempo di prendere qualche vestito pulito e via, il mattino dopo si riparte per una settimana a Sheffield !!!

Il team italiano è costituito da me, Gabriele Moroni, Niccolò Ceria e Marco Pelle. Il motivo principale del viaggio è il "Climbing Works International Festival" (CWIF), master internazionale organizzato dalla palestra di Sheffield. Più di 30 blocchi preparati da un eccezionale equipe di tracciatori, 3 tentativi al massimo per risolverli, 5 ore di scalata a disposizione e a seguire semifinali, finali, hamburger, birra, party... veramente una bella manifestazione !

Dopo le qualifiche il peso delle due settimane di scalata non stop a bleau incomincia a farsi sentire e alla fine mi ritrovo al nono posto, comunque abbastanza soddisfatto. Poi c'è sempre Gabri a tirare su le sorti della squadra, che si piazza secondo dietro ad uno scatenato Pouvreau in una bellissima finale.

Il resto dei giorni volano fra una pinte di Ale, eggs and bacon, un po' di pioggia, vento, prati, pecore e Gritstone... bellissimo e durissimo gritstone. Per i problemi più difficili, e magari per provare qualche via è meglio ritornare con un po' più di tempo e soprattutto di pelle... comunque anche rifarsi qualche grande classico guardarsi il panorama è sempre molto bello.



See you Sheffield !

- Blog e sito

Questo blog nasce per raccontare dei miei viaggi e delle novità legate al mondo dell' arrampicata. In effetti dovrebbe funzionare come sezione news all' interno del mio sito, in cui in futuro si potranno trovare tutte le mie raccolte fotografiche e alcuni video. Purtroppo il sito è ancora in fase di preparazione (a bleau ha fatto troppo bello per lavorare) ma pian piano ci sto saltando fuori ...


Un saluto a tutti , spero che qui possiate trovare materiale che sia da stimolo per la vostra passione e per i vostri progetti.

My most popular images for sale at Shutterstock: